Business Divisions

Newsletter

Iscrizione alla newsletter

Chi Siamo

Accreditamenti »
Regione Friuli Venezia Giulia: bando 2.3.B.1 bis – incentivi per tecnologie ICT e sicurezza informatica
Monday, 09 April 2018 10:08
There are no translations available.

 

Con il POR FESR 2.3.B.1 bis la regione Friuli Venezia Giulia ha stanziato € 2.302.090,00 per sostenere ancora una volta il consolidamento in chiave innovativa delle PMI, mediante l’introduzione di servizi e tecnologie innovative relative all’ICT.


In cosa consiste il beneficio


Il bando finanzia i progetti di investimento in tecnologie dell’informazione e della comunicazione con un contributo a fondo perduto fino al 50% della spesa ammissibile.

In particolare, i progetti devono essere volti alla realizzazione di:

  • soluzioni tecnologiche innovative per l’operatività di sistemi di informazione integrati quali le soluzioni ERP/MPR, i sistemi CRM (customer relationship management), per il commercio elettronico, la manifattura digitale, la sicurezza informatica ed il   cloud computing. Tali soluzioni devono essere dirette al miglioramento dei processi aziendali;
  • soluzioni ed applicazioni digitali dell’Internet of Things, che consentano uno scambio di informazioni tra macchine e oggetti, volte all’automazione dei processi;
  • servizi innovativi a favore della clientela (solo per le PMI turistiche). Anche tali servizi devono essere finalizzati al miglioramento dei processi aziendali.



A chi è rivolto il beneficio


La domanda può essere presentata da tutte le PMI con sede operativa in FVG al momento dell’avvio del progetto.

Quali sono le spese ammissibili


Le spese ammissibili per la realizzazione del progetto sono l’acquisto di:

  • hardware e dispositivi tecnologici ed interattivi di comunicazione per la fabbricazione digitale;
  • software e licenze;
  • servizi di Cloud Computing;
  • sistemi informatici e telematici di gestione aziendali;
  • consulenza per l’analisi, progettazione, sviluppo, avviamento e messa in sicurezza dei sistemi informatici.


Particolare importanza assume quest’ultimo aspetto. Infatti, dipendenti e manager devono gestire il rischio informatico per evitare di essere essi stessi veicoli di ingresso di virus e malware.

Infatti, la trasformazione digitale si contraddistingue per l'aumento esponenziale del numero di connessioni, interne ed esterne al sistema di produzione, e per l'utilizzo di IOT (Internet of Things). Parallelamente, cresce il rischio informatico. Di qui la necessità di adottare tecnologie di Cybersecurity.

La sicurezza informatica garantisce la protezione nei confronti di attacchi informatici e assicura la salvaguardia del patrimonio aziendale.

Per la prima volta è possibile realizzare la completa messa in sicurezza informatica dell’azienda con un contributo pubblico.


Quando è possibile presentare la domanda


La domanda può essere presentata dalle 10.00 del giorno 27 marzo 2018 fino alle ore 16.00 del giorno 16 maggio 2018.

Gli aiuti possono essere cumulati con altri incentivi pubblici.

Contattaci subito per ottenere il contributo!