Divisioni Aziendali

Newsletter

Iscrizione alla newsletter

Chi Siamo

Accreditamenti »
Horizontal/Vertical Integration: una delle tecnologie abilitanti nell'Industria 4.0
Lunedì 19 Giugno 2017 11:01

Industria 4.0 è, ora più che mai, la più grande sfida per le imprese.

I requisiti richiesti ai processi di produzione sono sempre più impegnativi:

  • la produzione deve essere organizzata in modo più flessibile e veloce per raggiungere la customizzazione di massa;
  • è necessario operare in modo ecologico risparmiando risorse;
  • le informazioni sui processi di produzione e sui prodotti devono essere completamente disponibili in real time. Infatti, ogni fase è gestita e influenzata dalle informazioni rilevate, comunicate e accumulate dalla progettazione all’utilizzo, fino al servizio post vendita (servilizzazione della manifattura).

Per rispondere a questi requisiti il concetto di Industria 4.0 promuove intensivamente l'integrazione di sistemi, hardware e software e di sistemi embedded nella produzione e lungo la supply chain. L’obiettivo è quello di implementare un processo di trasformazione che porta i "vecchi" sistemi di produzione statici all’evoluzione in sistemi di produzione cyber-fisici che sfruttano soluzioni intelligenti in un sistema totale di «fabbrica intelligente» (smart factory).

Nella vertical integration vi sono grandi potenziali di ottimizzazione per logistica e produzione. Se le procedure di produzione nel sistema ERP e nel controllo macchine in stabilimento erano finora aree divise tra loro e spesso distribuite tra diversi sistemi IT, nell'integrated industry i processi informatici e di comando vengono sempre più spesso messi in rete ed eseguiti in modo integrato. In tal modo, tutti i reparti aziendali hanno accesso ai dati di produzione e logistici. L'effetto: una horizontal integration nell'intera azienda.

Risulta, quindi, sempre più opportuno poter rilevare e tracciare un prodotto e il suo ciclo di vita con tutti i dati pertinenti (conformità alle specifiche, presenza di difetti di cui identificare le cause, tempi di evasione degli ordini). In questa nuova concezione della produzione le nuove tecnologie dinamiche e innovative permettono di far convergere la produzione fisica e quella digitale realizzando in concreto una produzione più intelligente.

Soluzioni di tracciabilità AUTO-ID

Ricoprono un ruolo decisivo nell’idea dell’azienda integrata. Si tratta di soluzioni supportate da tecnologie di marketing e monitoring RTLS (Real Time Location System). Rendono automatica l’acquisizione di dati. Alcuni esempi di queste tecnologie:

  • l'RFID (unitamente alle versioni evolute di RFID quali NFC, RFID+OTP, RFID+ Fides Code, EPC);
  • i Beacon;
  • le Smart Label;
  • i sistemi Pick e Put to Light;
  • il Voice Picking.

Tecnologie per l’handling automatico

Costituiscono un esempio di queste tecnologie:

  • i magazzini automatizzati;
  • l’impiego di robot;
  • i veicoli AGV a guida automatica, in grado di movimentare autonomamente prodotti o materiali all’interno o all'esterno di uno stabilimento. Questo può avvenire con una guida da remoto a filo; tramite magneti; con banda colorata, odometrica e/o ottica, a triangolazione laser; tramite GPS.

Piattaforme di gestione

Un esempio sono i sistemi WMS (Warehouse Management System), il cui obiettivo principale è di controllare e ottimizzare i movimenti ed il deposito di materiali nel magazzino. In più, vengono processate anche le transizioni, inclusi spedizione, ricezione, riordino e raccolta. Oltre a conoscere l’esatta posizione e condizione di ogni singola risorsa, è anche possibile vedere le correlazioni tra i vari processi e asset dell’azienda. In questo modo, le decisioni di business possono essere prese con più consapevolezza e senza sorprese. Ne conseguono una maggiore efficienza ed una migliore capacità di soddisfare le esigenze della clientela. Il tutto senza tralasciare gli obiettivi aziendali.

Per ricevere maggiori informazioni sull'argomento contattaci!